La famiglia (utilizzatore) stipula il contratto con l’agenza per il lavoro, che a sua volta stipula il contratto con il lavoratore, assumendolo.
Il lavoratore opera quindi al domicilio dell’utilizzatore (famiglia), che non risulta essere il suo datore di lavoro diretto.